Topic 2 : Gestione dei casi di burnout

Topic 2 : Gestione dei casi di burnout

Come per la maggior parte delle questioni relative ai diritti umani, lavorare con i rifugiati può essere fisicamente, mentalmente ed emotivamente svuotante. Una delle cose migliori da fare è prendersi del tempo per ricaricarsi e rilassarsi. Per le professioni che si occupano di diritti umani, in particolare per coloro che lavorano direttamente con le persone, è facile effettuare ore di straordinario e “portare a casa il lavoro” emotivamente. Lasciarsi alle spalle stress ed emozioni è cruciale per sé stessi, per amici e familiari e per gli enti per cui si lavora. Trascorri i fine settimana raggiungendo gli amici, allenandoti, andando agli eventi, ecc. Consulta un consulente o un terapista se necessario

Lascia spazio a te stesso per elaborare, liberarti dallo stress ed esprimerti.

Trova un equilibrio tra allontanarti dalla realtà e scavare troppo a fondo. Il fenomeno del bournout si verifica in qualsiasi settore lavorativo a stretto contatto con le persone ed è ancora più facile che si verifichi quando si lavora con persone che hanno subito un trauma immenso e prolungato. Quindi prendersi una pausa, concedersi una vacanza, imparare ad esprimersi artisticamente ed essere in grado di elaborare le emozioni è estremamente importante in questo lavoro.