Topic 1: Agenda europea sulla migrazione

Nel 2015, la Commissione europea ha introdotto una dettagliata Agenda europea sulla migrazione con l’obiettivo di rispondere alle sfide immediate legate alla migrazione e fornire all’Ue gli strumenti adatti ad affrontare le questioni migratorie nel medio e lungo periodo, come migrazione irregolare, frontiere, asilo politico e migrazione legale. L’Agenda europea sulla migrazione racchiude le linee guida per la gestione dei flussi migratori utilizzate dalla Commissione europea, le sue agenzie europee e gli Stati membri.

L’Agenda configura una nuovo Sistema di gestione della questione migratoria, incluse nuove leggi, nuovi sistemi di coordinamento e cooperazione e un supporto diretto, operativo e finanziario da parte dell’Ue agli Stati membri.

Sebbene vi siano ancora lacune, i progressi compiuti negli ultimi anni non vanno sottovalutati.

Fonte: www.pexels.com

Source: www.pexels.com

Principali progressi raggiunti con l’Agenda europea sulla migrazione*:

  • I valichi irregolari di frontiera in Ue sono scesi a 150.000 nel 2018.
  • L’azione dell’Ue ha permesso di salvare molte vite: almeno 760.000 salvataggi in mare e oltre 23.000 migranti salvati nel deserto nigeriano dal 2015.
  • Istituzione di hotspot quale modello operativo per fornire supporto rapido ed efficiente nei luoghi strategici. Cinque hotspot sono operativi in Grecia e quattro in Italia.
  • Il finanziamento interno dell’Ue per la migrazione e le frontiere esterne è più che raddoppiato dall’inizio della crisi, raggiungere gli oltre 10 miliardi di euro; – 34.700 persone sono state ricollocate all’interno dell’Ue, dall’Italia e dalla Grecia, nell’ambito di programmi dedicati. 1.103 persone sono state ricollocate dall’estate 2018 in seguito a trasferimenti volontari.
  • La nuova Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera ha aiutato gli Stati membri a proteggere le frontiere esterne europee.
  • L’UE ha intensificato il meccanismo di ricollocazione negli Stati membri dei richiedenti asilo che hanno evidente bisogno di protezione internazionale, con quasi 63.000 persone reinsediate dal 2015.

*Progress report on the Implementation of the European Agenda on Migration, European Commission Brussels, 16.10.2019

Principali progressi raggiunti con l’Agenda europea sulla migrazione*:

  • L’Ue ha offerto protezione e sostegno a milioni di rifugiati in paesi terzi: – Lo strumento per i rifugiati sta realizzando in Turchia: 90 progetti attualmente attivi e funzionanti che supportano giornalmente quasi 1.7 milioni di rifugiati e la costruzione di nuove scuole e ospedali.
  • Il Fondo fiduciario regionale dell’UE, in risposta alla crisi siriana, sta realizzando oltre 75 progetti che forniscono assistenza sanitaria, istruzione, mezzi di sussistenza e sostegno socio-economico a rifugiati siriani, sfollati interni e comunità di accoglienza in tutta la regione.
  • nell’ambito del Fondo fiduciario dell’UE per l’Africa, 210 progetti permettono di raggiungere risultati concreti in 26 paesi , compreso il sostegno di base a oltre 5 milioni di persone vulnerabili.

*Progress report on the Implementation of the European Agenda on Migration, European Commission Brussels, 16.10.2019