Unità 1 Quadro politico e normativo europeo in materia di migrazione

Fonte: www.unsplash.com

Metodologia d’insegnamento:

I formatori sono incoraggiati a facilitare la familiarizzazione dei discenti con lo specifico tema:

  • Introducendo i principali piani d’azione e strategie europei in materia di migrazione, es. L’Agenda europea sulla migrazione e il Piano d’azione sull’integrazione dei cittadini di paesi terzi.

Fonte: www.pexels.com

Fonte: www.pexels.com

Il Trattato di Lisbona del 2007 impegna le istituzioni europee a «fornire incentivi e supporto a favore degli Stati membri al fine di promuovere l’integrazione dei cittadini di paesi terzi”. Fin dal Trattato di Amsterdam del 1999, l’Ue stabilisce priorità e obiettivi attraverso politiche, quadri normativi e opportunità di finanziamento per sostenere l’integrazione dei cittadini di paesi terzi.

Nello specifico, di seguito le principali tappe del quadro legislativo:

  • 1999-2004: Genesi di una politica comune, attraverso il Trattato di Amsterdam (1999) e il Programma Tampere (2004)
  • 2005-2010: Scambio di conoscenze, attraverso l’Agenda comune per l’integrazione
  • 2011-2015: Fondo per l’Integrazione attraverso l’Agenda europea sull’integrazione dei cittadini di paesi terzi
  • 2016 – ad oggi: approccio olistico attraverso il Piano d’azione sull’integrazione dei cittadini di paesi terzi.